7° DAN DEL MAESTRO GIORGIO GAZICH

Con una grande scritta “CONGRATULAZIONI MAESTRO, OSS…” in una Sala delle Feste addobbata e coloratissima, trecento tra atleti, dirigenti, genitori, ospiti hanno accolto e festeggiato il Direttore Tecnico del BU DO KAN, Maestro Giorgio Gazich, per 7° dan di karate conferitogli dalla F.I.K.T.A. Una carriera , la sua, contraddistinta da costanza, cuore, volontà, fiducia nelle proprie capacità, speranza, caparbietà ma soprattutto una grande passione per lo sport , quello vero, puro, e per il karate come arte marziale e regola di vita.

 

Pochi ma significativi dati danno l’idea del grandissimo lavoro svolto nella formazione e nell’educazione non solo sportiva ma anche umana, dei giovani: in quarant’anni di pratica di karate, a trentasei anni dalla fondazione della Polisportiva BU DO KAN, il Maestro Gazich ha avvicinato al karate e ai suoi intramontabili valori umani sportivi quasi 2000 persone, prevalentemente giovani. Di questi, 180 hanno raggiunto il livello di cintura nera, alcuni approfondendo lo studio e la pratica sino a raggiungere il grado di 2°, 3° 4° e 5° dan. Un nutrito gruppo di cinture nere è stato avviato all’insegnamento: alcuni sono diventati istruttori federali, altri Maestri: 18 in tutto, fino ad ora, ma altri sono attualmente insegnanti, assistenti istruttori, o stanno seguendo il Corso per diventare a loro volta Istruttori federali. Una scuola con una continuità e una tradizione consolidata, che continua e potenzia la sua attività di anno in anno.

 

 

 

A festeggiare il Maestro in questa serata a lui dedicata dai soci della Polisportiva, sono intervenuti l’Assessore allo Sport Alberto Armiraglio, che si è congratulato con il Maestro per il contributo dato allo Sport cittadino, il Presidente A.S.S.B. Gianluca Castiglioni, il Presidente della Panathlon Aldo Albanesi, il Consigliere Panathlon Roberto Paulon e la Prof.ssa Anna Mennilli, sempre attenta e vicina ai problemi dei giovani come dirigente scolastica e sportiva. Tutti hanno espresso personalmente al Maestro le congratulazioni per la qualifica ottenuta e per il traguardo raggiunto, in una serata informale e festosa ma ricca di calore umano e tanta emozione.

 

 

 

Il calore dei presenti e la vicinanza degli ospiti così rappresentativi dello Sport cittadino ha davvero colpito e colto di sorpresa il Maestro Gazich, emozionato ( cosa rara a vedersi, a detta di chi gli sta vicino) per una festa che non si aspettava così partecipata e sentita. La dedica del Direttore Dell’Informazione, Gianluigi Marcora, presente alla serata, “Giorgio Gazich, 7° Dan a portata di cuore” ha davvero colpito tutti quanti per il ricordo di due carriere, quella del giornalista e quella del fondatore del BU DO KAN, ricche di passione, partire in modo parallelo e ancora in piena attività.

 

 

Il Maestro ha ringraziato tutti quanti per la bellissima serata a lui dedicata ed in particolare gli ospiti rappresentativi delle istituzioni e dello sport cittadino. Rivolgendosi poi ai giovani presenti, ha ricordato loro che in un momento come questo, così difficile e drammatico per tutti, è importante non abbandonare mai la speranza in un futuro migliore e non smettere mai di lottare per i propri sogni ed obiettivi . Ma in particolare si è raccomandato di coltivare costantemente con lo spirito e la pratica di vita valori intramontabili come l’onesta, la correttezza, la sincerità, il rispetto delle regole, per vivere in armonia con se stessi e gli altri per un mondo migliore