BUDOKAMP 2018 - Diario di Bordo


ULTIMO GIORNO

leggi di più

FOTO SAGGIO 2018


Foto tratte dal saggio del 14 giugno in Piazza san Giovanni della Polisportiva Budokan ASD.

 

Questa sezione verrà integrata con nuove foto e video tratte dalla serata nei prossimi giorni

STAGE 3 GIUGNO 2018 - FOTO DI GRUPPO

LA FOTO DI GRUPPO DELLO STAGE E DEGLI ESAMI DEL 3 GIUGNO - AL CENTRO L'ASSESSORE ALL'EDUCAZIONE E ALLO SPORT GIGI FARIOLI

IX CAMPIONATI ITALIANI DI KARATE: BU DO KAN SEMPRE IN PRIMO PIANO

IX CAMPIONATI ITALIANI DI KARATE: BU DO KAN SEMPRE IN PRIMO PIANO

 

Nel “tempio” delle Arti Marziali Italiane, al Palasport voluto da Matteo Pellicone e realizzato al Lido di Ostia a Roma, si sono svolti i CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI KARATE organizzati dalla F.I.K.T.A.

 

Alla presenza delle massime autorità federali delle arti marziali italiane , vale a dire il Presidente della F.I.K.T.A. , Prof. Gabriele Achilli , il Presidente della Filjkam, Dott. Domenico Falcone, il Responsabile del settore karate Filjkam, Dr. Sergio Donati, e sotto lo sguardo attentissimo e sempre vigile del Maestro Hiroshi Shirai, fondatore del karate italiano e attualmente uno dei massimi punti di riferimento per il karate mondiale, si sono aperte le due giornate di competizioni con la sfilata dei 700 atleti, dei 60 arbitri e 30 ufficiali di gara, accompagnata dall’inno nazionale italiano.

 

Grazie all’impeccabile organizzazione, nei sei campi gara si sono confrontati atleti di grande livello, Campioni Italiani, Europei e Mondiali provenienti da ogni parte d’Italia. l’Italia infatti, grazie alla straordinaria scuola del Maestro Shirai, è una delle nazioni sempre ai massimi vertici del karate internazionale, sia nelle specialità di forma ( kata) che nel combattimento (kumite): è stato un bellissimo spettacolo apprezzato anche dal folto pubblico presente.

 

In questo scenario gli atleti del BU DO KAN hanno davvero ben figurato, salendo sul podio per ben quattro volte con un argento e ben tre bronzi, e giungendo alle soglie del podio con due quarti posti e un quinto posto.

 

Ecco i protagonisti di questa straordinaria performance:

 

-          Nel kumite categoria seniores – 75 kg., PAOLO LANDONI ha conquistato la medaglia d’argento. Già bronzo lo scorso anno, ha migliorato la sua prestazione, mancando per poco il gradino più alto del podio;

 

-          Nella categoria kata seniores femminile, in cui si sono confrontate le atlete titolari delle squadre nazionali federali di kata, tra le migliori a livello nazionale ed internazionale, ALESSANDRA LAZZARIN ha conquistato la medaglia di bronzo, in un podio con atlete di altissimo livello con punteggi con pochi decimi di differenza i una dall’altra;

 

-          Nel kumite speranze -65 kg. MARCO MANZONI ha conquistato uno straordinario bronzo: in una categoria numerosissima, in cui figurano atleti delle formazioni giovanili nazionali federali ( gli

 

“Azzurrabili”) , il nostro Marco ha superato un incontro dopo l’altro, battendo avversari di alto livello;

 

-          Nel KATA A SQUADRE FEMMINILE le tre giovanissime SOFIA FERRARIO, AURORA SCOTTI e l’esordiente ELISA ZAFFINO, hanno conquistato la medaglia di bronzo, confermando il risultato già ottenuto nel 2017. Questa squadra, nonostante l’ingresso di una nuova atleta ( Elisa Zaffino ha sostituito Silvia Bonacorsi, passata in una categoria superiore), si è amalgamata benissimo, grazie al lavoro straordinario del M° Gazich, che ha seguito le atlete nella preparazione, e alla disponibilità e all’impegno di tutte le atlete compresa la riserva, FABIANA GADALETA, sempre presente agli allenamenti e anche naturalmente alla trasferta a Roma.

 

 

 

Oltre a questi bellissimi risultati, vanno menzionati gli ottimi piazzamenti di SOFIA FERRARIO E

 

NADIA CAZZULANI, QUARTE nel kumite categoria cadette +55 kg.

 

 

 

Ottima anche la prestazione della SQUADRA FEMMINILE DI KUMITE: partita in formazione ridotta con due atlete , SILVIA BONACORSI E ALESSANDRA LAZZARIN, invece di tre, ( Sara Simoni non ha potuto partecipare alla competizione) , ha affrontato con grande coraggio le prove, superando tutte le eliminatorie. Sia Silvia che Alessandra hanno vinto tutti gli incontri ( il terzo incontro era già perso per la mancanza della terza componente), in modo netto, con due wazaari. Nella tappa di accesso alla finale, Alessandra Lazzarin ha subito un serio infortunio durante un incontro con una atleta della Toscana, a causa del quale non ha potuto proseguire la gara. L’atleta della Toscana è stata sanzionata con Hansoku, penalità per colpo pesante al viso, con conseguente squalifica dalla competizione, mentre Alessandra, pur vincendo l’incontro, ha avuto il “doctor stop” precauzionale per accertamenti.

 

Un po’ di rammarico per non avere portato a termine la gara e per una mancata medaglia, ma tanta soddisfazione per l’eccellente prestazione di Silvia e Alessandra nel kumite.

 

 

 

Un quinto posto è poi arrivato nel KUMITE A SQUADRE MASCHILE: la squadra, composta dai veterani BOUGDAOUA KAMAL, RICCARDO LONER, PAOLO LANDONI, con tre nuovi inserimenti, i giovani DARIO GUIDA, MARCO MANZONI E MATTIA SALA, ha difeso la sua posizione in serie A. I giovani Marco, Dario e Mattia hanno affrontato atleti di caratura notevole, esperti e pluridecorati: anche qui, come per le ragazze, grande prova di coraggio, che ha consentito al BU DO KAN la permanenza nella serie A, girone che comprende le squadre più forti a livello nazionale.

 

 

 

Sono contento per i risultati ottenuti – ha detto il Maestro Gazich : come staff tecnico, assieme ai maestri Andrea Grasselli e Giorgio Amadei,   abbiamo lavorato, per la preparazione degli atleti, in condizioni difficilissime, senza la nostra palestra , chiusa , come è noto, con tutto l’edificio scolastico delle Bossi, per il crollo della controsoffittatura di un’aula dal 18 aprile scorso.

 

Abbiamo avuto la possibilità di allenarci in altre strutture , come il Palayamamay ( grazie all’interessamento del Comune e del Signor Pirola, della Yamamay), e l’oratorio San Luigi di Sacconago, ma il disagio è stato comunque grandissimo. Per allenare ad alti livelli atleti e squadre, impegnati in così tante specialità, è necessario avere a disposizione una struttura, come la nostra palestra, tutta la settimana, compreso il sabato e la domenica: solo così è possibile seguire come si deve ogni atleta in ogni specialità.

 

Ci auguriamo fortemente che dal 1° settembre la palestra sia nuovamente disponibile: siamo stati già fortemente penalizzati sotto ogni aspetto, in questi due mesi, soprattutto per non avere potuto esprimere il massimo delle potenzialità all’appuntamento più importante dell’anno sportivo come i Campionati Italiani Assoluti.

 

Dal 1° settembre ci aspettiamo di rientrare nella palestra di Via Dante per avviare l’anno sportivo nuovo nelle condizioni che si addicono ad una delle società storiche di Busto Arsizio con un Palmeres di tutto rispetto.

Download
CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 43.3 KB

IX CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTI

CAMPIONATI REGIONALI 2018: MEDAGLIE AL BU DO KAN

Ai Campionati Regionali di karate il BU DO KAN ha ottenuto notevoli successi. Un buon numero di atleti – tra i quali molti giovani e alcuni esordienti – è riuscito a salire sul podio nelle diverse specialità del kata individuale e a squadre, del kumite e del fukugo ( combinata di kata e kumite) .

 

Dato l’elevatissimo numero di partecipanti, il Campionato Regionale Lombardo, come di tradizione, si è svolto il due sessioni: il 29 aprile a Crema per le prove di kata e il 13 maggio a Brembate per il kumite e il fukugo. Entrambe le giornate hanno visto il BU DO KAN partecipare con un buon numero di agonisti che non hanno deluso le aspettative.

 

Nonostante le difficoltà logistiche in cui si sono svolti gli allenamenti in quest’ultimo periodo ( a causa della temporanea inagibilità della palestra della scuola Bossi , infatti, sede storica della Società Sportiva, tutti i corsi sono stati “trasportati” in parte al Palayamamay e in parte al centro Sportivo San Luigi di Sacconago) gli atleti non si sono persi d’animo. Seguiti dallo staff tecnico diretto dal M° Gazich, hanno intensificato preparazione atletica e allenamenti nelle sedi che si sono rese disponibili, arrivando pronti e carichi all'appuntamento più importante dell’anno sportivo: i Campionati Regionali validi per le Selezioni ai Campionati Assoluti che quest’anno si svolgeranno al PalaPellicone di Roma il 9 e 10 giugno prossimi.

 

RISULTATI E MEDAGLIE

KATA INDIVIDUALE sono arrivate 3 medaglie:

- ALESSANDRA LAZZARIN, medaglia d’oro nella categoria seniores;

- SILVIA BONACORSI, medaglia d’argento nella categoria juniores;

- ELISA ZAFFINO, una giovanissima esordiente, medaglia di bronzo nella categoria cadetti.

AURORA SCOTTI e SOFIA FERRARIO sono arrivate ad un soffio dal podio con un 5° posto nella categoria cadetti.

 

Nel KATA A SQUADRE tre giovanissime esordienti quindicenni , NADIA CAZZULANI, FABIANA GADALETA E JAYRIEN DELOS hanno ottenuto il 4° Posto.

 

Nel KUMITE INDIVIDUALE i successi sono stati ancora più significativi: un oro, un argento e ben tre bronzi:

- KAMAL BOUGDAOUA, oro nella categoria seniores + 75 kg.;

- MATTIA SALA, argento nella categoria speranze – 65 kg.;

- MARCO MANZONI , bronzo nella categoria speranze – 65 kg,;

- SOFIA FERRARIO e NADIA CAZZULANI medaglie di bronzo, 3° pari merito nella categoria cadette + 55 kg.

SILVIA BONACORSI, per la categoria juniores kumite + 55 kg. , accederà direttamente agli Assoluti .

 

Nel KUMITE A SQUADRE FEMMINILE è arrivata un’altra medaglia di bronzo, con il 3° posto della squadra composta da ALESSANDRA LAZZARIN, SILVIA BONACORSI e SARA SIMONI.

 

Anche nella specialità più ostica e difficile, il FUKUGO , combinata di kata e kumite, gli atleti hanno ottenuto una medaglia d’oro e tre medaglie di bronzo:

Nella categoria SPERANZE -65 KG. MARCO MANZONI è salito sul gradino più alto del podio, seguito da MATTIA SALA con un bronzo. Altri due bronzi sono arrivate nella categoria JUNIORES/SENIORES femminile, con due atlete classificatesi terze pari merito: ALESSANDRA LAZZARIN e SILVIA BONACORSI.

 

Ammessi di diritto ai Campionati Italiani assoluti di Roma, in quanto classificatisi ai primi 4 posti agli assoluti 2017, sono invece la SQUADRA DI KUMITE MASCHILE – serie A, la SQUADRA DI KATA FEMMINILE , PAOLO LANDONI nel kumite.

 

Sono molto soddisfatto per i risultati degli atleti – ha detto il Direttore tecnico del Bu Do kan, M° Gazich – perché sono il frutto di un lavoro intenso che in quest’ultimo periodo si è svolto anche in condizioni piuttosto problematiche. Ma non ci siamo mai scoraggiati e la nostra perseveranza è stata premiata da importanti risultati. Ora ci resta meno di un mese per perfezionare la preparazione di tutti gli atleti che hanno conquistato l’accesso agli Assoluti. Sono sicuro che i ragazzi faranno del loro meglio per arrivare al podio e tutto lo staff li sosterrà in questo percorso”.

CAMPIONATI REGIONALI 2018 - LE MEDAGLIE

CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI  2018 – SELEZIONI REGIONALI  KATA – ENBU

CREMA, 29 APRILE 2018

 

HANNO PARTECIPATO I SEGUENTI ATLETI:

CATEGORIA  CADETTI:

1.               SOFIA FERRARIO

2.               AURORA SCOTTI

3.               ELISA ZAFFINO

4.               NADIA CAZZULANI

5.               FABIANA GADALETA

6.               ROCCO TANDURELLA

7.               JAIRYEN DELOS

 

CATEGORIA SPERANZE

1.               MATTIA SALA

2.               MANUEL PANAINO

3.               MARCO MANZONI

4.               CRISTIAN CRESPI

 

CATEGORIA JUNIORES

1.               SILVIA BONACORSI

2.               LUCA GALLAZZI

 

CATEGORIA SENIORES

1.               ALESSANDRA LAZZARIN

2.               DARIO GUIDA

3.               SARA SIMONI

________________________________________

 

RISULTATI

 

-      ALESSANDRA LAZZARIN         1° CLASS. KATA INDIVIDUALE

 

-      SILVIA BONACORSI                 2° CLASS. KATA INDIVIDUALE

 

-      ELISA ZAFFINO                        3° CLASS. KATA INDIVIDUALE

 

LA SQUADRA COMPOSTA DA:

 

NADIA CAZZULANI

FABIANA GADALETA                   4° CLASS.  KATA SQUADRE

JAIRYEN DELOS

 

-      SOFIA FERRARIO              5° CLASS. KATA INDIVIDUALE

 

-      AURORA SCOTTI                5° CLASS. KATA INDIVIDUALE

CONFERENZA STAMPA 40 ANNI DI KARATE

Durante la mattina del 12 aprile 2018, si è svolta una conferenza stampa presso la sede comunale di Busto Arsizio durante la quale la ASD BU DO KAN ha presentato il programma per i 40 anni di insegnamento.

 

Qui sotto è possibile scaricare il fascicolo presentativo e l'invito per il primo evento ufficiale sulla "Difesa Abitativa"

Download
FASCICOLO Conferenza 12apr18.pdf
Documento Adobe Acrobat 382.9 KB
Download
INVITO CONFERENZA SULLA DIFESA ABITATIV
Documento Adobe Acrobat 85.1 KB

COPPA E TROFEO CITTA' BUSTO A.

La Polisportiva

BU DO KAN - CENTRO ARTI MARZIALI E GINNICHE

BUSTO ARSIZIO

 

E'   LIETA DI INVITARVI ALLE MANIFESTAZIONI

 XXXI° COPPA CITTA'  DI  BUSTO ARSIZIO

 E

XXVIII° TROFEO  CITTA' DI BUSTO ARSIZIO

 

DOMENICA  22 APRILE 2018

  

PRESSO IL PALASPORT “PALAFERRINI” PALESTRA LICEO SCIENTIFICO

VIA FERRINI – BUSTOARSIZIO

 

Entrambe le manifestazioni hanno scopo benefico: l’eventuale ricavato sarà devoluto a sostegno dell’iniziativa “ADOZIONE A DISTANZA” intrapresa dalla Polisportiva

BU DO KAN già dal 2000.

 

 

SEGUIRA’ A BREVE REGOLAMENTO DELLE GARE…..

 

PRONTI AD ISCRIVERVI!!!!

 

Per gli atleti Budokan interessati a partecipare, contattare la segreteria.

 

Per le Società interessate all'iscrizione, scaricare la circolare qui sotto:

Download
CIRCOLARE GARA BUSTO ARSIZIO 22 APRILE 2
Archivio dati compresso 319.2 KB

PASQUA DELL'ATLETA 2018

Anche quest'anno Budokan ASD ha avuto il grande onore di essere presente alle premiazioni della "Pasqua dell'Atleta 2018" presso la basilica di San Giovanni a Busto Arsizio sabato 24 marzo. La nostra Silvia Bonacorsi, campionessa italiana 2017 di Kumite individuale (cat. speranze +55kg), ha ricevuto un premio per il traguardo conquistato.

13apr18: CONFERENZA SULLA DIFESA ABITATIVA

HS Security, in collaborazione con la Polisportiva BUDOKAN del M° Giorgio Gazich e col patrocinio del comune di Busto Arsizio, organizza in ambito della prevenzione e sicurezza, una conferenza sul tema della difesa abitativa.

 

Venerdì 13 aprile 2018 alle ore 21:00

Sala Tramogge dei Molini Marzoli

Via del Molino 2, Busto Arsizio

 

Interverranno:

Alessio Scanu - Resp. Operativo HS

Federica Ruspini - Dott.ssa in Scienze Criminologiche per la sicurezza

Iacopo Maria Savi - Avvocato esperto in gestione dei conflitti

Download
INVITO CONFERENZA SULLA DIFESA ABITATIV
Documento Adobe Acrobat 85.1 KB


DIFESA ABITATIVA: PREVENZIONE E SICUREZZA

 

La vita è un bene unico e quindi prezioso: abbiamo il diritto e il sacrosanto dovere di prendercene cura in ogni suo aspetto.

 

Difendere se stessi e la propria vita è quindi un diritto.

 

L’arte marziale insegna l’autocontrollo e il rispetto universale: rispetto per se stessi, per l’ambiente che ci circonda, per le persone con cui si convive e con le quali si entra in contatto.

 

L’autodifesa è un aspetto importante nella pratica dell’arte marziale, che esalta il sentimento di difesa della propria vita e quella dei nostri cari.

 

Il termine KARA-TE significa appunto ”mano vuota” : sviluppare la capacità di difendersi utilizzando sapientemente il corpo, la mente  e le loro  potenzialità.

 

La prevenzione è fondamentale per evitare di giungere a situazioni estreme, il più delle volte spiacevoli e irreversibili: l’arte marziale rappresenta uno degli strumenti più efficaci di prevenzione dal punto vista sia fisico che psicologico.

La prevenzione comprende anche aspetti tecnici di cui ogni cittadino è bene sia consapevole:  a questo scopo sono fondamentali l’informazione e la formazione.

 

L’obiettivo è quindi la sicurezza come percorso   di informazione, formazione, azione.

 

DIFESA ABITATIVA

 

Il tema della difesa abitativa apre in generale appassionati e concitati dibattiti sulla materia del diritto e sull’abilità della politica di tutelare il cittadino, accompagnati da tutto il corollario delle proprie sacrosante ragioni. In testa il pezzo forte sulla legittimità (propria e non del diritto) di poter, anzi di dover avere la facoltà di utilizzare un’arma. 

Tutto ciò rappresenta un grosso rischio, in particolar modo se giunge ad essere protagonista all’interno di scenari che, al contrario, dovrebbero fornire strumenti validi e oggettivi affinché sia reso noto e chiaro cosa è e, di contro, cosa non è possibile fare in termini di difesa abitativa. Rappresenta un rischio (oltre al fatto che restano discussioni fini a loro stesse) perché molto spesso sono gli stessi esperti che giungono proprio là dove non ci si deve spingere, quasi sempre al fine di compiacere l’uditore: quale arma utilizzare, come utilizzarla…

 

Fare informazione e formazione su questo tema significa per l’HS, in primo luogo, porsi nella maniera più oggettiva possibile di fronte alla legge, ovvero conoscere ciò da cui non possiamo prescindere, che piaccia o meno, faticoso o meno che sia. Questo atto è il presupposto dal quale partire, proprio perché, attorno ai dettami legislativi, dobbiamo costruire la nostra sicurezza abitativa. Quello della sicurezza quindi è il secondo punto cardine, andando a capire, da un punto di vista psicologico e sociale, perché abbiamo tanto bisogno si sicurezza e che cosa significa sentirsi sicuri, quali sono i presupposti e quando questa condizione viene meno, quindi come è possibile agire per creare o mantenere una condizione di sicurezza, la differenza tra difesa e sicurezza. Una volta compresi questi aspetti fondamentali è possibile approfondire, con esempi pratici, come ognuno possa, a seconda delle differenti variabili, “costruire” tutta una serie di azioni e misure, che possano essere innanzitutto strumenti validi per la prevenzione, ma anche validi per creare e gestire il proprio piano d’azione nel momento in cui si verifica una minaccia. 


CENA SOCIALE 2018: LE FOTO

Le foto migliori della Cena Sociale di venerdì 13 febbraio 2018 al Museo del Tessile.

26° Trofeo delle Regioni 2018

26° TROFEO DELLE REGIONI – PARMA, 18 FEBBRAIO 2018

LA RAPPRESENTATIVA DELLA LOMBARDIA SI E’ AGGIUDICATA IL 26° TROFEO DELLE REGIONI

 

SONO STATI CONVOCATI AL TROFEO DELLE REGIONI 4 ATLETI DEL BU DO KAN:

- SILVIA BONACORSI

- MARCO MANZONI

- SALA MATTIA

- SOFIA FERRARIO

 

HANNO OTTENUTO I SEGUENTI RISULTATI:

  • SILVIA BONACORSI : 2° CLASSIFICATA KATA A SQUADRE
  • SILVIA BONACORSI: 4° CLASSIFICATA KATA IND. – CAT. JUNIORES + 55 KG.
  • MATTIA SALA 5° CLASSIFICATO KUMITE IND. – CAT. SPERANZE – 70 KG.
  • MARCO MANZONI HA VINTO DUE INCONTRI NELLE ELIMINATORIE MA NON HA POTUTO PROSEGUIRE LA GARA A CAUSA DI UN INFORTUNIO
  • SOFIA FERRARIO 1° CLASSIFICATA KATA IND. – CAT. CADETTI + 50 KG. 3° CLASS. KUMITE IND. – CAT. CADETTI + 50 KG.

26°  TROFEO DELLE REGIONI DI KARATE A PARMA: BU DO KAN IN PRIMO PIANO!

Al Civico Palasport di Parma si è svolto DOMENICA 18 FEBBRAIO il   26° TROFEO DELLE REGIONI, gara nazionale federale  di karate.

Protagonisti  della manifestazione sono state le rappresentative giovanili  delle Regioni d’Italia  ( dai 15 ai 22 anni )  della F.I.K.T.A.  : una vera e propria anteprima del CAMPIONATO ITALIANO FEDERALE di KARATE  che si terrà nel prossimo mese di giugno. 

La FEDERAZIONE Italiana di karate investe le sue risorse e le migliori energie nella preparazione  dei giovani atleti che intendono intraprendere la carriera agonistica: ogni regione, infatti, raccoglie nei Centri di Specializzazione Agonisti Karate tutti i ragazzi  che le  varie Società Sportive individuano come future promesse in ambito agonistico.  Qui,  seguiti da allenatori federali,  si preparano ad essere  il “vivaio” delle future rappresentative nazionali che in futuro saranno scelti per rappresentare  l’Italia a livello internazionale.

AL TROFEO DELLE REGIONI partecipano gli atleti  selezionati dai rispettivi allenatori tra i migliori nelle diverse categorie: è un confronto molto sentito, perché ogni Regione tiene moltissimo a ben figurare per portare a casa l’ambito Trofeo delle Regioni, assegnato dalla rappresentativa con i migliori risultati nelle diverse specialità.

Si è aggiudicato il      26°  TROFEO DELLE REGIONI 2018 la rappresentativa delle Lombardia, che ha fatto incetta di medaglie sia nelle gare individuali di kata  e kumite che in quelle  a squadre.

 Tra gli atleti che hanno contribuito alla vittoria della Lombardia troviamo 4  ragazzi del BU DO KAN del      M° Gazich:    BONACORSI SILVIA (cat. Juniores),    MANZONI MARCO   E  SALA MATTIA(cat. Speranze), FERRARIO SOFIA ( cat. Cadetti).   Preparati e allenati dal Maestro  Giorgio Gazich  e dal Maestro Andrea Grasselli,  allenatore Federale di KUMITE del C.S.A.K. LOMBARDIA, si sono presentati a questo appuntamento con la responsabilità di rappresentare non solo la loro Società Sportiva ma soprattutto la loro Regione, la Lombardia.

SILVIA BONACORSI  convocata in tutte le specialità – kata e kumite individuale e a squadre – ha svolto una gara davvero esemplare.  Pur gareggiando per la prima volta nella categoria Juniores – 19/  22 anni -  si è comportata benissimo, ottenendo un quarto posto nel kata individuale e un bellissimo secondo posto nel kata a squadre. Nel kumite , pur combattendo benissimo e vincendo un incontro con un Ippon netto con una tecnica di mawashi geri (calcio circolare al volto) , nelle semifinali ha pagato lo scotto del cambio di categoria e del confronto con avversarie più grandi ed esperte di lei che si sono aggiudicate il podio.

SOFIA FERRARIO ha conquistato l’oro nel kata individuale e il bronzo nel kumite nella categoria cedetti (15/16 anni): al suo esordio in una gara così importante è stata davvero brava! Dopo le prime incertezze nelle eliminatorie, nelle semifinali e finali ha espresso il meglio di sé, sbaragliando tutte le avversarie con  grinta e determinazione.

SALA MATTIA è giunto quinto nella gara di kumite individuale nella categoria speranze – 70 kg.  mancando davvero per un soffio il bronzo del 3° posto. Ha combattuto con grande energia e con il cuore, vincendo tutti gli incontri delle lunghissime fasi eliminatorie, perdendo solo l’incontro di accesso alla semifinale.

MARCO MANZONI nella gara di kumite individuale categoria speranze – 70 kg.  ha esordito benissimo,  con due vittorie nette nei primi due incontri: un infortunio  gli ha purtroppo impedito di proseguire la gara.  Con rammarico , suo malgrado, ha dovuto seguire il resto della manifestazione a bordo tatami. Peccato per Marco, un atleta promettente  su cui puntavano i tecnici federali per un podio nel kumite individuale.

Grande soddisfazione per tutti i tecnici e gli allenatori della Regione Lombardia ed in particolare per Andrea Grasselli, sia per la vittoria della Lombardia che per gli ottimi risultati degli atleti del BU DO KAN. Ha commentato così l’evento il Direttore Tecnico del Bu Do kan, M° Gazich: 

E’ stato bello in questa manifestazione vedere cosi’ tanti giovani che rappresentano  il futuro del karate e della nostra Federazione. Anche al Bu Do kan  stanno crescendo tanti atleti promettenti che faranno parlare di sé in futuro. Bisogna lavorare molto, investire tante energie soprattutto  sui bambini e i giovani sia a livello educativo e formativo ma anche per curare l’aspetto agonistico della disciplina.   I miei complimenti a tutta la rappresentativa della Lombardia, ai numerosissimi atleti per il loro impegno e agli allenatori per la preparazione di alto livello che sono stati in grado di dare a tutti. Complimenti anche al nostro Andrea Graselli,  per il suo lavoro con il CSAK LOMBARDIA  e con gli atleti del BU DO KAN”

 

 


BUDOKAMP 2018

Quest'anno il BU DO KAMP sarà al mare: nella splendida

Isola di Palmaria

di fronte a Portovenere, saremo ospiti in  una struttura di un ex-forte militare ristrutturato e trasformato in ostello.  L'isola é un Parco naturale, ricco di flora e fauna da conoscere e scoprire...

 

GIORNATE SCANDITE TRA :  

  • SPORT VARI 
  • KARATE E GIOCHI
  • MINI-SCUOLA DI SOPRAVVIVENZA
  • COSTRUZIONE DI AQUILONI
  • PASSEGGIATE NATURALISTICHE NELL’ISOLA PALMARIA ,   A  PORTOVENERE  E LA SPEZIA
  • VISITA   AL MUSEO NAVALE DI LA SPEZIA.

PERIODO: 

DA  DOMENICA    1LUG18 A DOMENICA  8LUG18

 

TRASFERIMENTO IN PULLMAN

PENSIONE COMPLETA

 

PRENOTAZIONE :   ENTRO IL    21 APRILE

SALDO :                   ENTRO IL  15  GIUGNO

 

Per informazioni e costi contattare la segreteria.


196° CINTURA NERA BUDOKAN!

I nostri migliori complimenti a Manuel Panaino che ha conquistato l'ambito traguardo della cintura nera 1° dan allo stage di Abbiategrasso il 19 novembre.

 

Manuel è la 196° cintura nera della Scuola di karate Budokan ASD. La costanza e la tenacia negli sforzi in questi anni hanno accompagnato anche questo giovane allievo a raggiungere uno degli obiettivi più importanti nel percorso di questa disciplina.

 

Grande soddisfazione per il Maestro Gazich che vede crescere costantemente la schiera di atleti che hanno conseguito questo importante risultato.

 

Complimenti. OSS!